Kalzinett

Kalzinett è un calzino simpatico nato dalla fantasia di Rosanna Marazia.
Simpatico, etimologia dal greco syn (con, insieme) e pathos (passione, sentire). Provare insieme comuni passioni e sentimenti. Prende vita così un personaggio unico e bizzarro, dotato di un linguaggio dirompente che scaturisce dal movimento della mano. La sua forza primordiale però viene dal piede, parte del corpo tra le più significative e sensibili. E il suo fervore zampilla dal corpo e dall’anima per espandersi e straripare. Quante e quali emozioni e sentimenti esprime Kalzinett? Tutti
Infatti i piedi ricevono e rilasciano vibrazioni vitali e la vibrazione è descritta come un’oscillazione meccanica attorno a un punto d’equilibrio. Ma è anche il ripetersi di un fremito, di un energico linguaggio emotivo. Kalzinett ride, piange, sospira, sogna, canta, borbotta, urla, medita, racconta e ascolta…
E forse la cosa che gli riesce meglio è scrutare i cuori. 

Una presentazione laboriosa e divertente per la famiglia Kalzinett. Senza imbarazzo e sfacciatamente, per non dire con i piedi, ricalcheranno le impronte e le peculiarità di una comune abitudine, una virtù o un vizio. Ma anche una passione o un desiderio poco o mai espresso. Racconteranno storie inedite e sveleranno segreti o magari folli infatuazioni.

Kalzinet ama leggere. S’infila tra le pagine dei libri e legge, non di rado a voce alta. Ogni primo lunedì del mese fa indigestione di poesia. Si accomoda sullo scaffale più poetico della tua libreria e sceglie, fiuta il suo poeta. Chissà perché si lascia guidare dall’olfatto quando si tratta di poesia. Sorprendente è stato trovarla lunedì scorso, coricata a pancia in giù sui versi della poesia Amore dopo amore.

Tempo verrà
in cui con esultanza
saluterai te stesso arrivato
alla tua porta, nel tuo proprio specchio,
e ognuno sorriderà al benvenuto dell’altro,
e dirà: Siedi qui. Mangia.
Amerai di nuovo lo straniero che era il tuo Io.
Offri vino. Offri pane. Rendi il cuore
a se stesso, allo straniero che ti ha amato
per tutta la tua vita, che hai ignorato
per un altro e che ti sa a memoria.
Dallo scaffale tira giù le lettere d’amore,
e fotografie, le note disperate,
sbuccia via dallo specchio la tua immagine.
Siediti. È festa: la tua vita è in tavola.

Derek Walcott, Mappa del nuovo mondo, Adelphi

Un prezioso libretto verde che abbiamo prenotato e poi ritirato dalla Biblioteca Levi di Torino. Kalzinett s’intende anche di poesia, e lo fa con serietà e trasporto. Ma poi una musica rock l’ha distolta e l’abbiamo vista ballare a ritmo sfrenato.

La famiglia Kalzinett è grande e varia. Ce n’è per tutti i gusti, proprio come i generi di lettura.

Kalzinett non ha un’età definita, sa adeguarsi al qui e ora. Non ha un’età anagrafica se non quella utile per leggere o ascoltare. Per Kalzinett la vita è un gioco.

Chiedetegli di stare fermo e lui vi risponderà Giàmmai! La musica reggae è la sua colonna sonora preferita.
Per saperne di più su Giàmmai Kalzinett
Oltre 2.000 personaggi scivolati fuori dall’inchiostro di HonorZac. Offritegli l’ennesimo caffè e al solo profumo, inebriato, si animerà per inscenare una commedia.
Per saperne di più su HonorZac Kalzinett
Anche se fumava la pipa, il nostro GeorgeSim trattiene tra le labbra un sigaro quadrettato di stoffa.
Per saperne di più su GeorgeSim Kalzinett
Florianette, la trasformista del mondo degli insetti.
Abita tra le piante in una casa astigiana.
Per saperne di più su Florianette